Recupero per case unifamiliari

Recupero per case unifamiliari.

La ventilazione consiste nel rimuovere l'aria contaminata dagli ambienti e fornire aria fresca al suo posto. In aria, batteri che respiriamo, virus, acari, fattori allergenici, muffe, breve, polline di fiori, e la loro concentrazione è tanto maggiore, maggiore è l'umidità nell'edificio. La legge polacca sull'edilizia definisce con precisione la quantità d'aria, che dovrebbe essere rimosso, quindi sostituire con fresco:

Funzionamento della ventilazione meccanica con recupero di calore.

La casa perde una notevole quantità di calore insieme all'aria di scarico scaricata all'esterno. In un edificio moderno ed efficiente dal punto di vista energetico, questo non può essere consentito e il calore dovrebbe essere mantenuto il più possibile. È possibile grazie all'utilizzo di un'unità di trattamento aria con scambiatore di calore. Centrala taka nazywa się rekuperatorem. Consente il recupero del calore dall'aria di scarico, per riscaldare l'aria prelevata dall'esterno dell'edificio. Nelle case unifamiliari vengono spesso utilizzati recuperatori con scambiatore a flussi incrociati.

I flussi di aria calda dall'interno della casa e il fresco dall'esterno scorrono attraverso pareti divisorie realizzate in un materiale che conduce bene il calore. Lo scambiatore è quindi un "sandwich" di pareti divisorie calde e fredde, ma soprattutto, i flussi d'aria fresca e usata non si mescolano tra loro.
Come suggerisce il nome, nei recuperatori con scambiatore a flussi incrociati i flussi di aria immessa ed estratta si intersecano tra loro. Tali scambiatori consentono di recuperare fino a 80% caldo. Tuttavia, se utilizziamo un recuperatore con doppio scambiatore, questo fattore aumenta a più di 90%.
Finestre strette, porte e condotti di ventilazione (tranne luoghi, dove avviene la combustione del gas) provocano il funzionamento ininterrotto dell'impianto di recupero, senza inutili dispersioni di calore.

Costruzione di recuperatori.

Per una casa unifamiliare è sufficiente un recuperatore di dimensioni non eccedenti:
-lunghezza - 1 m
-altezza-0,5m
-larghezza-0,3m.
Il recuperatore è costituito da uno scambiatore di calore, due ventole che forzano il flusso d'aria, filtri, riscaldatore opzionale (preliminari e/o secondari) e controllo.
Aria esterna, prima che vada al sistema di condotti di ventilazione, è pre-pulito con un filtro, prima dello scambiatore di calore, e poi riscaldato nello scambiatore.
I ventilatori in un buon recuperatore di calore devono essere adattati al funzionamento continuo, e la loro potenza di solito non supera i 120 W. Si intende, che non producano rumori significativi e fastidiosi. Il luogo in cui installare un recuperatore dovrebbe, tuttavia, essere selezionato con cura in tal modo, affinché il funzionamento dei ventilatori ed il rumore dell'aria da essi veicolata non disturbino il riposo. Per questo motivo va tenuto lontano dalla camera da letto. Riscaldatori d'aria primari - installati sulla linea di alimentazione dell'aria fresca prima del recuperatore o secondario – installato sullo stesso tubo ma dietro lo scambiatore di calore, sono dispositivi opzionali. I riscaldatori installati al suo interno hanno una potenza considerevole - fino a 2kW, ma si accendono brevemente. Alcuni recuperatori hanno un sistema di sbrinamento. Si basa su questo, che quando lo scambiatore è ghiacciato, il ventilatore che spinge l'aria fresca sia spento, e l'AHU funziona solo con una ventola che espelle l'aria usata dall'edificio. Dopo lo sbrinamento, la ventola torna al suo funzionamento. L'alloggiamento del recuperatore deve essere realizzato in un materiale che smorza il rumore del funzionamento del dispositivo, solitamente per questo scopo viene utilizzata plastica. Anche l'alloggiamento stesso non dovrebbe fare rumore. Anche il suo aspetto è un aspetto molto importante, soprattutto quando il recuperatore è installato in un luogo visibile. I filtri devono essere puliti e sostituiti secondo le raccomandazioni del produttore dell'UTA.
Il recuperatore può essere dotato di comando meccanico ed elettrico, elettronico o digitale. Nelle unità destinate all'uso in case unifamiliari, di solito è semplificato. Tuttavia, le possibilità risultanti dal controllo digitale o elettronico influiscono in modo significativo sulla facilità e comodità di funzionamento del sistema, permettendo ad es.. per lo spegnimento e l'accensione temporanei dell'unità di trattamento aria in cicli giornalieri o settimanali o in funzione delle condizioni meteorologiche prevalenti.
Il parametro più importante del lavoro del recuperatore è la sua compressione, cioè la forza con cui il dispositivo espelle l'aria usata e aspira aria fresca. Con una pressione troppo bassa, l'aria potrebbe non raggiungere alcuni diffusori. Per questo motivo, gli impianti di recupero dovrebbero essere progettati solo da aziende specializzate.
Nelle case unifamiliari, recuperatori con una pressione da 150-300 Bene.

Installazione di un sistema di recupero
in una casa unifamiliare.

L'aria del recuperatore viene distribuita alle singole stanze (verticalmente e orizzontalmente) tubi di ventilazione. I tubi metallici tipo Spiro sono i migliori per questo scopo, coibentato con lana minerale. L'isolamento protegge dalla trasmissione del suono e dalla perdita di calore nelle sezioni che conducono attraverso i locali non riscaldati (attico, seminterrato). È meglio distribuire il sistema di ventilazione su pareti e soffitti, pensandoci già nella fase di costruzione di una casa. Quindi sarà più semplice instradare i cavi lungo il percorso più breve possibile, senza inutili nodi. Se l'installazione è realizzata in una casa esistente, può essere nascosto sopra il controsoffitto. All'uscita, nelle stanze, montowane są anemostaty (alimentazione e scarico), che consentono di regolare il deflusso e lo scarico dell'aria. Ruotando il loro quadrante è possibile aumentare o diminuire la portata d'aria. L'installazione di un impianto di ventilazione meccanica con recupero di calore in una casa unifamiliare comporta una spesa di ca 15.000 zloty, che, però, si ripaga velocemente in risparmi sul riscaldamento. Accettando, che il calore perso dalla ventilazione in una casa sigillata è di ca 40% tutto il calore fornito, questo è ciò che recuperiamo quando utilizziamo un recuperatore 70-80% da quelli 40%, cioè quasi 30% calore totale perso. Si intende, che le bollette del riscaldamento nella nostra casa possono arrivare a 30% inferiore!

 

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.