Recupero con riscaldamento ad aria

Recupero con riscaldamento ad aria

Riscaldamento ad aria – collaborazione con un recuperatore

Riscaldamento dell'acqua, sebbene sia ancora il più popolare in Polonia, non è l'unico impianto di riscaldamento centralizzato. Possiamo invece optare per il riscaldamento ad aria, in cui la funzione di fonte di calore è svolta da un forno di riscaldo ad insufflazione alimentato a gas naturale, liquido o olio combustibile. L'aria riscaldata al suo interno viene trasportata attraverso i condotti di ventilazione nelle stanze e soffiata in esse attraverso le griglie di alimentazione. Il principale vantaggio di questo sistema di riscaldamento è la possibilità di abbinarlo alla ventilazione, pertanto i costi di investimento sono limitati ad uno solo, installazione comune. Se decidiamo su un sistema di riscaldamento ad aria, possiamo integrarlo con un'unità di trattamento aria con recupero di calore (recuperatore), che contribuirà in modo significativo alla riduzione del consumo di carburante. Questa è un'ottima soluzione per i fanatici del risparmio energetico. In pratica è possibile recuperare calore dall'aria proveniente da ambienti quali: bagno e cucina, dove l'aria viene scaricata direttamente nell'atmosfera. Utilizzo di un'unità di trattamento aria aggiuntiva con scambiatore a flussi incrociati, possiamo utilizzare quantità significative di questo calore per riscaldare l'aria esterna fresca aspirata dal forno a ventola. In inverno, il risparmio energetico in questo senso può essere piuttosto elevato. centrale di ventilazione (per esempio.. Maestrale) può essere installato in un secondo momento, che distribuisce nel tempo le spese relative al sistema.

Ogni edificio è idoneo per l'installazione di riscaldamento ad aria??

In effetti, sì, anche se ci sono alcune eccezioni. I forni a soffiaggio e i parametri operativi dell'impianto preferiscono questo tipo di riscaldamento negli edifici con un'area sopra 80 m2. Pertanto, negli edifici con una piccola superficie, questo riscaldamento non può essere utilizzato. La seconda eccezione riguarda gli alloggi plurifamiliari. Anche qui c'è il problema del poco spazio e del controllo del sistema (un dispositivo di riscaldamento dovrebbe servire più di un appartamento).

Gli edifici a telaio sono i migliori per questo scopo, ad es.. tipo canadese, dove nascondere i condotti dell'aria non aumenta i costi di installazione. Negli edifici in muratura (se non è possibile distribuire i condotti del riscaldamento dell'aria sotto il pavimento o nel sottotetto, nasconderli richiede edifici aggiuntivi. In questo caso, è importante progettare piani più alti, ad es.. 2,70 m, in modo che alcuni dei cavi possano passare nel controsoffitto. L'installazione dell'installazione viene eseguita al meglio in edifici che si trovano in uno stato grezzo. Modifiche di impianti di riscaldamento centralizzati esistenti. per impianti di riscaldamento ad aria in edifici già abitati, può risultare costoso, e anche non redditizio.

Installazione

L'installazione del sistema di riscaldamento e recupero dell'aria deve essere realizzata con materiali con buona protezione acustica e termica. La scelta del materiale dovrebbe tener conto: tipo di edificio (singola famiglia, singola unità familiare, ufficio, industriale, gastronomico), parametri dell'aria (umidità, pressione, velocità di flusso), metodo di montaggio (interno, all'aperto), il grado di polvere nell'aria (se i canali dovranno essere puliti meccanicamente).

Un sistema di riscaldamento dell'aria e ventilazione meccanica adeguatamente progettato e costruito garantisce un funzionamento efficiente e senza guasti per molti anni. Mal progettato, provoca un aumento del rumore e una distribuzione irregolare della temperatura negli ambienti. La progettazione e la realizzazione di tale impianto dovrebbe quindi essere affidata ad un'azienda che si occupa professionalmente di riscaldamento e recupero dell'aria.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.