Edifici monolitici in cemento armato – Sistemi quadro parte 4

Struttura colonna-piastra (soffitto a cassettoni): un) Visualizza, b) sagomatura esemplare delle teste delle colonne, c) particolare del rinforzo del soffitto a cassettoni; 1 – forma, 2 – rinforzo delle costole, 3 – rinforzo della placca intercostale, 4 – lastre di cemento e nervature.

Se la maglia della colonna nell'edificio ha campate più lunghe (più di 6,0 m) e ci sono carichi di servizio più elevati, per esempio.. nei grandi magazzini ecc., è allora che vengono utilizzati sistemi costituiti da colonne e soffitti a cassettoni. Negli edifici a magazzino e nei parcheggi, questi soffitti sono stati realizzati anche per la griglia di colonne 6,0 X 6,0 me carichi variabili p ≥ 3,5 kN / m2.
I soffitti a cassetta sono spessi 20-60 cm. Le nervature del soffitto sono situate in entrambe le direzioni, creazione di maglie con maglie quadrate. Le dimensioni della maglia sono 30 X 30 – 150 X 150 cm. Le forme di plastica rinforzate con fibra di vetro o estruse da lamiera sono spesso utilizzate per realizzare i soffitti.

La disposizione delle casse nel soffitto è mostrata nel disegno. Una lastra solida viene solitamente realizzata sopra le colonne (senza casse). La forma della testa è determinata dalla resistenza e dalle condizioni estetiche e funzionali. Lo spessore della placca intercostale si basa sulle condizioni di capacità portante (per esempio.. forature sotto il gocciolatoio della ruota del veicolo) e con le condizioni di utilizzo (isolamento acustico).

La distribuzione dei cavi di installazione all'altezza dei soffitti a cassettoni è più difficile che nel caso dei solai. La perforazione di diametri maggiori nelle nervature del soffitto per i tubi di installazione riduce la capacità portante delle nervature. Molto spesso cavi di installazione; è appeso sotto il soffitto. Se è necessario per motivi estetici e funzionali, queste installazioni sono coperte da controsoffitti. I controsoffitti con controsoffitti non sono la soluzione più appropriata, inoltre hanno un'altezza maggiore di un soffitto senza controsoffitto, che aumenta la volumetria complessiva dell'edificio.

Il rinforzo delle nervature dei soffitti a cassetta è costituito da singole barre posizionate in entrambe le direzioni delle nervature compenetrate. L'armatura precompressa nei controsoffitti a cassettoni e grigliati a più sezioni non viene praticamente utilizzata a causa dei piccoli effetti tecnici ed economici e della grande difficoltà di progettazione ed esecuzione.

Nelle strutture a telaio monolitico, è possibile utilizzare anche soffitti a griglia e nervati in cemento armato e cemento armato con ceramica.. Il soffitto può essere considerato come una grata, se non ci sono più di sei nervature nel campo tra i supporti. La disposizione delle nervature in un tale soffitto è simile alla disposizione adottata nei soffitti a cassettoni, tranne che la distanza tra le costole è molto maggiore.

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. i campi richiesti sono contrassegnati *